Le mie battaglie per la legalità

 
Era nel 2016, quando ho deciso di mettere a disposizione le mie esperienze e competenze all’interno del movimento cinque stelle romano, una giovane forza politica che entrava a governare per la prima volta l’istituzione capitolina (vedi il video ). Dopo 4 anni di attivismo politico ho deciso di dare un contributo all’interno delle istituzioni.
 
E’ stata una scelta molto combattuta perchè alcuni attivisti, colleghi di lavoro ed amici mi suggerirono all’epoca di lasciar perdere. Per il mio carattere testardo non ho voluto ascoltarli. Perchè?
 
Perchè dopo aver supportato i consiglieri nel 2013, attraverso il gruppo osservatorio trasparenza, ho avuto un’unica certezza, bisognava intervenire di persona per combattere la corruzione e l’illegalità presente all’interno del Comune di Roma Capitale, non si poteva più delegare.
 
Non è un caso che appena insediata nel mandato capitolino sono stata designata alla vice presidenza della commissione trasparenza, dove da subito ho cercato di lavorare per vigilare affinchè durante le sedute e nella stesura dei verbali fosse riportata l’azione corretta della Giunta Capitolina e dei consiglieri presenti in commissione (di qualunque colore politico) soprattutto per il bene dei cittadini romani che hanno subito da anni una gestione amministrativa scellerata della città (per incapacità di alcuni, per complicità di altri e per i criminali/affaristi sempre pronti ad approfittare dei burocrati e politici corrotti).
 
Il debito di Roma accumulato in questi anni ne è stato un esempio lampante di “mala gestione della Capitale d’Italia” e a breve diventerà di nuovo un problema per i futuri amministratori, leggi esposto.
 
Molti temi scottanti sono stati affrontati in commissione trasparenza a guida #PD perchè nel frattempo le commissioni permanenti presiedute dal M5S spesso non calendarizzavano tematiche importanti, con il risultato di aver fatto fare politica alle opposizioni su temi di bilancio, rifiuti, società partecipate, legalità e trasparenza, appalti, opere a scomputo, lavori pubblici e il famoso Stadio della Roma che ci ha portato via numerose riunioni di maggioranza, conflittualità nel gruppo con risvolti anche giudiziari per alcuni consiglieri, insomma una “tragedia politica annunciata“, leggi la PEC e la trascrizione inviata Interrogazione Post
 
Ho seguito i consiglieri dei municipi nell’ambito dell’attuazione delle linee programmatiche sulla trasparenza, e molti punti di programma sono stati attuati con la pubblicazione di atti politici, verbali di commissione, memorie di giunta, pubblicazione di verbali della commissione elettorale etc., da subito il sito deliberazione e atti è stato arricchito di documenti ed è stata facilitata la ricerca per tema all’interno della piattaforma che ha permesso una maggiore tempestività nel trovare i documenti importanti per l’azione politica degli amministratori del territorio ma soprattutto per agevolare i cittadini nella ricerca di atti per parola chiave.
 
Ma molto sulla trasparenza resta ancora da fare a Roma, sulla pubblicazione delle determine dirigenziali, sulla pubblicazione di atti nell’albo pretorio on line, e soprattutto sull’accesso al sistema informatico di gestione documentale da parte dei consiglieri comunali.
Leggi di più:
Nel mio ruolo da vice presidente della commissione bilancio, da subito appena insediata, ho chiesto l’accesso ai dati contabili (attraverso il sistema di consultazione BI explore all’epoca utilizzato dalla ragioneria generale di Roma) ed ho attivato dei corsi nei municipi per supportare i consiglieri municipali, ma subito fui attaccata dall’interno del movimento su questa mia iniziativa bloccandone l’attività.
Ved:

Supporto ai MunicipiCorso 10 marzo 2017 monitoraggio entrate e impegni di spesa” Municipio III                                                                                                       Supporto ai MunicipiCorso 22 marzo 2017 monitoraggio entrate e impegni di spesa” Municipio XI

Molti sono stati i temi di bilancio che ho affrontato con il gruppo dei presidenti di commissione bilancio municipale (analisi overshooting dei municipi, analisi impegni di spesa per struttura e per tipo di spesa, monitoraggio DUP dei municipi 2018-2020, monitoraggio entrate, regolamento contabilità, valorizzazione del patrimonio immobiliare e capacità di riscossione delle entrate di Roma Capitale, etc. (leggi anche supporto ai municipi al link).
 
Sono stata lasciata sola nella battaglia in materia di utilizzo di indicatori per assegnare e redistribuire le risorse finanziarie ai municipi di Roma, la disomogeneità dei territori non è mai stata affrontata seriamente a Roma, e proprio su questo tema si sta  ancora oggi frenando lo sviluppo della capitale, leggi di più al link.
 
Anche sul tema importante per implementare in via sperimentale il “reddito di cittadinanza” a Roma Capitale sono stata ostacolata ma non nel merito (leggi di più verbale incontro 2017confronto redditi proposta mozioneverbale incontro 2018).
 
Ecco alcuni esempi di temi “scottanti” denunciati alle autorità competenti su temi di contabilità:
– mancate entrate dei servizi cimiteriali (leggi esposto);
– mancate entrate da energia da impianti fotovoltaici di proprietà di Roma Capitale (leggi esposto)
– tutela dell’interesse pubblico nella “svendita” delle quote della “Centrale del latte” di Roma che si stava attuando all’insaputa dei consiglieri capitolini, (leggi esposto);
– mancata riscossione della tariffa rifiuti (TARI) e ipotedi di fondi occulti, (leggi 1 esposto leggi 2 esposto);
– modalità organizzative del controllo analogo sulle partecipate, leggi esposto;
– rischio liquidazione Farmacap (leggi articolo leggi esposto)
 
Tutta la mia attività politica è disponibile, in un’ottica di trasparenza e di accountability nei confronti degli elettori e attivisti, sul mio blog personale (approfondimenti, atti istituzionali e video da cui è stato possibile verificare la natura degli interventi in aula).
Consulta il link.
 
Ho anche interpretato in pieno il ruolo di “portavoce”, sviluppando sinergie con il territorio, partecipando a tavoli tematici e creando un raccordo con i consiglieri municipali e gli attivisti dei municipi. Non a caso, nella votazione su
Rousseau per la scelta del facilitatore regionale del Lazio per la gestione delle relazioni interne, ho raccolto 317 voti nonostante un articolo di stampa denigratorio nei miei confronti è apparso in concomitanza del voto on line.
 
Quando si sono verificate difformità di vedute con il Gruppo capitolino, queste sono dovute unicamente all’allontanamento dell’azione politica del Gruppo dalle linee programmatiche del M5S, come ad esempio al punto 10. urbanistica – si cita che “…nel comparto urbanistico ciò avverrà restringendo fino ad annullarli tutti gli istituti di deroga discrezionali, quali le compensazioni urbanistiche e gli accordi di programma in variante urbanistica” sono state approvate molte delibere in variante e accordi di programma; al punto 4.1ciclo dei rifiuti si doveva attuare una riduzione, riuso e recupero di materia e invece la Giunta ha deliberato un’ennesima discarica a Monte Carnevale (leggi la delibera di giunta votata la notte di capodanno poi annullata).
 
Io sono e resterò nel cuore una cinque stelle e credo nel moVimento cinque stelle con la “V maiuscola” a cui ho dato fiducia nel 2011 a #Beppe Grillo quale garante del movimento.
Print Friendly, PDF & Email

Google+ Comments